Rendita

In alcuni casi, la legge prevede che la liquidazione della posizione per pensionamento sia ripartita fino al 50% in capitale e la restante parte in rendita. Data la complessità della disposizione di legge, abbiamo creato un approfondimento che spiega quando è possibile riscattare il capitale in un’unica soluzione e quando invece è prevista la rendita.

Una tra le domande più richieste al Fondo è:

posso riscattare in capitale, oppure devo chiedere la rendita?

Il D.Lgs 252/2005 – art. 11, c.3 riporta quanto segue:

Nel caso in cui la rendita derivante dalla conversione di almeno il 70 per cento del montante finale sia inferiore al 50 per cento dell'assegno sociale di cui all'articolo 3, commi 6 e 7, della legge 8 agosto 1995, n. 335, la stessa può essere erogata in capitale.

Possiamo quindi chiarire dicendo che la risposta dipende dall’importo maturato al momentodella richiesta.
Se l’importo è al di sotto del capitale soglia, è sempre possibile riscattare in capitale.
Se invece è al di sopra, dobbiamoconvertire almeno il 50% della posizione in rendita.

Per calcolare il capitale soglia, il Fondo deve considerare diversi aspetti:

  • coefficiente che il fondo utilizza per convertire il capitale in vitalizio;
  • età della persona iscritta;
  • sesso della persona iscritta;
  • ammontare dell’assegno sociale che viene aggiornato dall’INPS ogni anno (per il 2020 è pari a
    € 5.977,79 annui).

Per semplificare, abbiamo creato una tabella che indica, per ogni fascia d’età e sesso, il capitale soglia di riferimento

TABELLA

EtàUOMODONNA
60 104.802 124.613
61 100.935 120.505
62 97.091 116.405
63 93.271 112.314
64 89.481 108.232
65 85.724 104.160
66 82.004 100.104
67 78.321 96.062
68 74.680 92.037
69 71.087 88.031
70 67.544 84.044

Quale età devo considerare?

Per trovare il capitale soglia corretto è necessario definire se, al momento dell’invio della richiesta, mancheranno più o meno di sei mesi al prossimo compleanno: se mancheranno più di sei mesi, dovrai considerare l’età attuale, ne invece mancheranno meno di sei mesi, dovrai già considerare l’anno successivo. Ad esempio:

Una persona di 64 anni che deve richiedere una prestazione pensionistica e che compirà 65 anni il 1/6/2020, per il capitale soglia dovrà considerare:

64 anni se invia la richiesta nel periodo compreso dal 1/6/2019 al 31/12/2019 (mancano più di sei mesi al prossimo compleanno)

65 anni se invia la richiesta dal 1/1/2020 al 31/05/2020 (mancano meno di sei mesi al prossimo compleanno)

In conclusione, puoi sapere se scatta la rendita in soli due passaggi:

  • Controlla il valore della posizione aggiornato
  • Cerca, in base all’età e sesso, qual è il capitale soglia di riferimento

Il tuo valore della posizione è più basso del capitale soglia?
Puoi riscattare in capitale usando il modulo per pensionamento

Il tuo valore della posizione è più alto del capitale soglia?
Contattaci per fare un controllo approfondito, è possibile che tu debba convertire in rendita almeno il 50% della posizione.

In ogni caso, una persona iscritta che matura il requisito della pensione pubblica, ha sempre la possibilità di liquidare la posizione con una rendita periodica a scelta dell’aderente, indipendentemente dal valore della posizione.

Le tipologie di rendita tra cui puoi scegliere sono diverse e vengono riportate in dettaglio all’interno del Documento sulle Rendite .

 

Ogni persona iscritta ha la possibilità di simulare l’importo che verrebbe erogato sottoforma di rendita. Il calcolo è possibile grazie al simulatore di rendita riportato all’interno dell’area riservata e nei box disponibili qui sotto.

Se sei in pensione e stai valutando di chiedere la rendita, contattaci per valutare l’opzione per te più adatta.

TORNA SU