Versamenti mensili

L’obbligo contributivo a carico delle Aziende e dei lavoratori decorre dal mese successivo alla consegna della domanda di adesione al datore di lavoro.

La misura minima dei contributi, versati dall’azienda e dal lavoratore, è stabilita dal CCNL.
Per il TFR è prevista la possibilità versare una quota TFR differenziata in funzione dell’anzianità contributiva INPS dell’iscritto:

  • il lavoratore di prima occupazione successiva al 28 aprile 1993, dovrà versare il 100% del TFR (pari al 6,91% della retribuzione);
  • il lavoratore di prima occupazione precedente al 28 aprile 1993, potrà scegliere una tra le seguenti misure: 33% (misura minima), 50%, 75%, 100%.

Ogni aderente ha la facoltà di versare al Fondo, in aggiunta alla contribuzione ordinaria, un ulteriore importo a proprio carico. La percentuale aggiuntiva è a discrezione dell’aderente e dovrà essere in multipli di 1%.
Ad esempio:

Quota minima prevista dal CCNL + 1%, 2%, 3%,…

La volontà di attivare, sospendere, riattivare la contribuzione volontaria o variare le aliquote prescelte dovrà essere comunicata all’azienda di appartenenza attraverso la compilazione dell’apposito modulo variazione contribuzione o con dichiarazioni equivalenti ammesse dall’azienda.

Distinta, bonifico e relative scadenze

La rimessa della contribuzione mensile da parte delle aziende è effettuata:

  • inoltrando al Fondo una distinta di contribuzione entro il 10 del mese successivo a quello di competenza delle retribuzioni (o primo giorno lavorativo successivo), per ciascun lavoratore contribuente, di quota azienda, aderente (base e volontaria), TFR esplicito o TFR silente;
  • effettuando il bonifico con valuta e disponibilità entro il 16 del mese successivo a quello di competenza delle retribuzioni (o primo giorno lavorativo successivo) di un importo esattamente coincidente con la somma della distinta. Il bonifico deve essere uno solo per ogni azienda contribuente.

Procedura versamento contributi

Più in dettaglio la distinta di contribuzione:

  • deve essere una sola per ogni azienda contribuente (indipendentemente dalle unità produttive che la compongono);
  • potrà essere:
    • compilata con file ed inviata all’indirizzo fgp@accenture.com.
      Alla pagina compilazione distinta con file sono disponibili, con le istruzioni, la distinta in formato elettronico .xls “FGP_distinta.xls” e il tracciato per la predisposizione della distinta in formato .txt;
    • compilata on-line (Area riservata aziende - funzione “Nuova distinta”);
    • elaborata a vostra cura e caricata dal sito internet (Area riservata aziende - funzione “Caricamento file distinta”). Per effettuare l’operazione dall’area riservata (accesso con codice azienda e password), fare click su “DETTAGLIO AZIENDE” e su “CARICAMENTO FILE DISTINTA”. Una volta entrati in questa pagina:
      • inserire il nome del referente (nome della persona in azienda responsabile dell’invio della distinta)
      • inserire l’e-mail del referente (e-mail della persona in azienda responsabile dell’invio della distinta a cui verrà inviata l’esito della lavorazione della distinta)
      • selezionare il file ricercato (pulsante “SFOGLIA” e poi pulsante “APRI”) - click sul pulsante “INVIA FILE”.
    • deve comprendere tutte le contribuzioni (quota azienda, quota aderente, quota volontaria, quote di TFR esplicito, quote di TFR silente) che l’azienda deve versare per i propri dipendenti-aderenti. Pertanto, l’importo totale esposto in distinta deve coincidere perfettamente con il bonifico contributivo;
    • Non deve esporre le quote di iscrizione una tantum, in nessuna sua parte (né in dettaglio, né in totale).

La mancanza della distinta, od il suo invio con modalità o in termini diversi da quelli previsti, comporta l’impossibilità di attribuire al conto pensionistico degli aderenti le quote contributive di loro pertinenza.

I contributi disposti direttamente dagli iscritti (attivi, pensionati, dimissionari o familiari a carico) devono essere effettuati secondo le istruzioni riportate nel modulo di Contribuzione volontaria.

IBAN per Bonifico mensile

Le aziende dovranno utilizzare l’apposito conto corrente:

  • intestato a Fondo Gomma Plastica;
  • n° CC0018850000 presso DepoBank

IT 47 F 05000 01600 CC0018850000

Causale del bonifico mensile

Codice fiscale azienda + denominazione azienda + ”*” + anno e mese di competenza

Ad esempio:
per l’azienda AZIENDA SRL con codice fiscale 01234567890 e per il versamento del mese dicembre 2019, la causale sarà: 01234567890AZIENDA SRL*201912.

Accedendo all’area riservata del sito, nella sezione distinte, e selezionando una distinta abbinabile è possibile generare e stampare il relativo “Modulo bonifico” con tutte le istruzioni.

TORNA SU