Rendita Immediata Temporanea Anticipata R.I.T.A.

La RITA è la liquidazione sottoforma di rendita periodica (trimestrale o mensile) di una percentuale a scelta del capitale maturato ed è possibile richiederla nel caso in cui manchino meno di 5 o 10 anni al raggiungimento dell’età pensionabile.

Nel caso in cui si chiedesse fino a 5 anni prima del pensionamento, la legge prevede che la persona iscritta debba aver già maturato almeno 20 anni di contributi INPS e almeno 5 anni di iscrizione alla forma pensionistica complementare (3 anni per i lavoratori che si spostano tra stati membri dell’Unione europea).

Nel caso in cui si chiedesse fino a 10 anni prima del pensionamento, la legge prevede che la persona iscritta debba aver già maturato 24 mesi di inoccupazione.

La durata della rendita si intende fino al raggiungimento dell’età pensionabile ed è possibile richiederla solo alla cessazione del rapporto di lavoro.

Come richiederlo

Per richiedere la RITA è necessario scaricare il modulo, compilarlo in ogni sua parte, allegare copia della carta di identità e del codice fiscale e gli eventuali documenti aggiuntivi elencati al suo interno.

La spedizione può avvenire in uno di questi due modi:

  • via raccomandata A/R all’indirizzo:

Fondo Gomma Plastica
Casella Postale 41
35030 Rubano (PD)

  • via PEC all’indirizzo fondogommaplastica@pec-mail.it
    (ATTENZIONE: saranno ammesse solo spedizioni da PEC a PEC; gli invii da mail ordinarie non saranno considerati).

A cosa prestare attenzione

  • La parte di capitale non percepita in Rita può essere utilizzata per tutte le altre prestazioni a cui l’iscritto ha diritto comprese anticipazioni e riscatto per pensionamento.
  • Il capitale destinato a essere liquidato in RITA rimane investito nel comparto scelto dall’iscritto o, in mancanza di indicazione, nel comparto Conservativo.
  • Le regole di funzionamento della RITA si trovano nel “Documento sulla RITA” disponibili sul sito del Fondo.

La cessione del quinto è un finanziamento che vincola la posizione complessiva presso il Fondo Pensione e l’eventuale TFR presente in azienda.

Quando un contratto viene notificato il fondo è obbligato a vincolare la posizione previdenziale del suo iscritto in favore della finanziaria.

Questo comporta che quando chiederai una liquidazione, come ad esempio un’anticipazione, il Fondo potrà accettare la richiesta solo a specifiche condizioni:

  • Prima della presentazione della richiesta al Fondo dovrai contattare la finanziaria e chiedere l’autorizzazione al Fondo a liquidare. Il documento si chiama svincolo e solo la finanziaria può decidere l’importo che il Fondo può erogare.
  • In caso di Anticipazione per Spese Sanitarie, il Fondo può liquidare senza svincolo fino al 60% della posizione senza alcuna autorizzazione.
  • Quando un finanziamento giunge al termine, la finanziaria produce una lettera chiamata liberatoria che svincola totalmente la posizione accantonata presso il Fondo e presso l’azienda.

Nel caso in cui devi chiedere il riscatto della tua posizione previdenziale, e il pagamento delle rate relativa alla cessione del quinto non sono terminate, dovrai allegare alla richiesta anche il conteggio estintivo aggiornato della tua posizione debitoria; se invece il tuo finanziamento è estinto dovrai inviare la lettera liberatoria.

Può capitare che le finanziarie cessino la propria attività e quindi ne subentrano altre. In tal caso, la finanziaria nuova ti comunicherà questo evento tramite una lettera che specifica la cessione del credito e le indicazioni della nuova finanziaria: se ne sei in possesso, è sempre meglio inviarne copia al Fondo.

A cosa prestare attenzione

  • Controlla sempre che la situazione dei tuoi finanziamenti sia aggiornata, accedendo all’area riservata e consultando il campo Cessioni del Quinto.
  • Se devi inviare una richiesta di liquidazione ed hai una cessione notificata, assicurati di allegare lo svincolo o liberatoria
  • Se il tuo finanziamento viene ceduto ad altra finanziaria, accertati che il fondo riceva la cessione del credito

Info

Ti consigliamo di scaricare sempre i moduli aggiornati dal nostro sito in quanto il Fondo può non accogliere le richieste formulate con moduli obsoleti, poiché questi possono contenere dichiarazioni non coerenti con la disciplina vigente.
Ti ricordiamo inoltre di non allegare mai documenti originali.

TORNA SU